PRIMI PIATTI/ Senza categoria

Spaghetti al nero di seppia e vongole

Il sole dà la carica, è vitamina….. e menomale, con tutte le cose che metto in ponte di fare!!! 🙂 a volte mi dico che vorrei essere nata “lenta”… un po’ più calma, assaporare più i momenti e correre meno. Ma non ci riesco, proprio non è nelle mie corde, devo pienare le giornate all’ inverosimile! … e poi mi rifugio qui,almeno qui mi rilasso! E’ il mio angolino di serenità. Dove ci sono IO. 

Io con le mie riflessioni personali, i miei sassolini dentro le scarpe, le mie soddisfazioni e le mie ricette… perchè il posto dove preferisco specchiarmi rimane sempre lo sportello del mio forno, e non c’è posto che preferisco per far due chiacchiere che non sia la mia cucina, fra una tazza di tè ed una padella 😀 !

Adesso la ricetta, un primo che i “mi’ figlioli” adorano (il grande in realtà toglie le vongole, ancora non sa cosa si perde! 😉  )…

spaghettiv

Spaghetti al nero di seppia e vongole

(per 4/5 pp.)

spaghetti trafilati a bronzo g. 400

vongole fresche g. 700

un sacchettino di nero di seppia

pomodorini pachino 8

peperoncino una punta

aglio in camicia 1 spicchio

carry una punta

prezzemolo

erba cipollina fresca

un cucchiaio di farina

olio EVO

sale, pepe

 

Sciacquare bene le vongole (se cucinate il giorno successivo all’ acquisto metterle in frigorifero avvolte in un panno bagnato).

Mettere le vongole in un tegame largo con un po’ di acqua e lo spicchio di aglio. Coprire e attendere che si aprino tutte, ci vorranno pochi minuti, fate attenzione a non cuocerle troppo e all’ acqua che tenderà a fuoriuscire!

Filtrare l’ acqua con un canovaccio pulito di cotone e tenere da parte.

Sciacquare nuovamente le vongole per eliminare ogni residuo di sabbia.

Mettere lo spicchio di aglio in una padella capiente, aggiungere il peperoncino, il curry, l’ erba cipollina sminuzzata, la farina e un giro di olio.

Dopo un minuto aggiungere i pomodorini tagliati a spicchi.

Accendere dolcemente quindi aggiungere poca alla volta l’ acqua di cottura delle vongole alzando la fiamma vivace.

Aggiungere (facendo attenzione a strizzare perché macchia molto!) strizzando il nero di seppia.

(Io ho usato metà sacchetto della seppia altrimenti i bambini brontolavano! :-D)

Far cuocere a fuoco vivace per qualche minuto.

Quindi unire le vongole, sale, pepe, prezzemolo tritato ed eventualmente poco olio.

Cuocere gli spaghetti in abbondante acqua salata.

Scolare e saltare in padella! Voilà 🙂

You Might Also Like

10 Comments

  • Reply
    Claudia
    20 aprile 2016 at 10:01

    La foto m’ha messo fame alle 10 del mattino!!! adoro i primi con i frutti di mare.. smack

    • Reply
      ilpeperoncinoverde
      23 aprile 2016 at 13:08

      😀

  • Reply
    saltandoinpadella
    21 aprile 2016 at 10:39

    Non sa cosa si perde!! la mia nipotina piccola invece le adora e quando faccio gli spaghetti con le vongole non fa che dire “voglio gongole, voglio gongole”. E non le vuole sgusciate, nooooo lei le vuole proprio con il guscio, le vuole pulire 🙂
    Non le ho mai provate con il nero di seppia

    • Reply
      ilpeperoncinoverde
      23 aprile 2016 at 13:09

      lo attendo al varco, quando sarà più grande chissà quante volte si dirà (come si suol dire in Toscana…) “com’ero bischero!” :-)))

  • Reply
    Pattipatti
    21 aprile 2016 at 16:23

    Ma che spettacolo, per gli occhi e per il cuore!!! Mi piace tantissimo il contrasto di colori! Il pupo imparerà presto a lasciare le vongole, vedrai! 😀 Un bascione forte forte

    • Reply
      ilpeperoncinoverde
      23 aprile 2016 at 13:09

      grazie cara! Un bacio

  • Reply
    La cucina di Molly
    22 aprile 2016 at 15:03

    Mamma mia che piatto invitante, l’adoro, complimenti! Buon fine settimana, baci!

    • Reply
      ilpeperoncinoverde
      23 aprile 2016 at 13:10

      buon WE…..qua da noi bagnato, ahimè!

  • Reply
    master autocuiseur
    24 aprile 2016 at 23:02

    La formule fait absolument envie. Le tout est en plus très bien rédigé. Merci!

    • Reply
      ilpeperoncinoverde
      26 aprile 2016 at 10:07

      merci 🙂

    Leave a Reply

    CONSIGLIA Risotto al salto