TRAVEL

Praga, perla dell’est da scoprire

Di nuovo nella perla della Boemia, la città di Praga.  Avevo già visitato questa città nel 2003 e questa volta (complice un viaggio di lavoro di mio marito) sono tornata con la mia famiglia. Praga è davvero un salotto bellissimo, la sua architettura, ormai rifiorita dopo l’ appiattimento di stile dovuto al regime comunista, fa sì che si cammini sempre a faccia in su per ammirare gli splendidi palazzi. E’  un capoluogo ben visitabile in 4 giorni e perfetto come meta anche se si viaggia con bimbi piccoli a seguito.

Cosa vedere assolutamente? Praga è una città da visitare prevalentemente a piedi, perdersi nei sui viali, ponti e vicoli sarà piacevolissimo, è una capitale che offre molto più dall’ esterno che attraverso i suoi musei… Cosa non perdere? Qua si trovano le più variegate collezioni di architettura del mondo, dall’ art nouveau al barocco, cubismo, gotico, neoclassico e ultramoderno. Tra le sue principali attrazioni turistiche troviamo il bellissimo quartiere di  Staré Mesto (patrimonio dell’ Umanità) , i luoghi legati a Franz Kafka, poi ancora il  quartiere di Malà Strana, il Castello con lo stupendo Vicolo d’Oro e la cattedrale di San Vito (dove sono conservate le reliquie più importanti della Chiesa cattolica boema), il Vecchio Municipio, la piazza della città vecchia con il famoso orologio astronomico (ogni ora offre uno spettacolo molto carino, specialmente se viaggiate con prole a seguito) e la cattedrale di Santa Maria di Tyn.

Non ha bisogno di presentazioni il meraviglioso Ponte Carlo (Karluv most) zeppo di turisti e artisti di strada, inoltre vale la pena dedicare una mezza giornata alla visita del quartiere ebraico (in particolare il suo cimitero è molto commuovente) e non si può non fare una passeggiata lungo Piazza Vinceslao, e, se siete patiti dello shopping fate un salto al centro commerciale Palladium

Consiglio vivamente di trascorrere una mezza giornata sulla collina di Petrin, che fra le altre cose ospita una miniatura della Tour Eiffel e un divertente (seppur piccolo) labirinto degli specchi che vi farà fare qualche risata ! (Ci sono anche gli specchi deformanti, i bambini ne andranno pazzi!)

Questa capitale è altresì una culla dell’ arte ed ha molti teatri (incluso il Teatro Nazionale), teatri dell’opera, sale da concerto, gallerie e club musicali. Se visitata nel periodo natalizio non potete perdere i suoi suggestivi e luminosi mercatini! I più belli mai visti! 

Dove mangiare? I prezzi, seppur lievitati, sono tuttora abbordabili,  la birra costa meno dell’ acqua 😀 e i menù sono prevalentemente di carne! Se volete fare una pausa pomeridiana per un tè o cioccolata calda mettete in conto di fissare un tavolo perchè sarà tutto pieno! Inoltre  potrete sbizzarrirvi fra i banchi che trovate un po’ ovunque  che arrostiscono wurstel, salsicce e spiedini oltre a bibite calde, birra e gli immancabili TRDLO dolci immersi in zucchero e cannella cotti sulla brace. 

Ecco vi dò qualche indicazione su locali provati che mi sono davvero piaciuti:
la catena di ristoranti vegetariani e vegani “Dhaba Beas” dove si possono gustare piatti ottimi e speziati a basso costo! (self service)

Il ristorante U Fleku uno storico e caratteristico locale dove si può bere birra prodotta da loro e mangiare piatti tipici come lo stinco e l’anatra, veramente ottimo!

 Una sosta la merita senza dubbio anche il Café Imperial  costruito oltre un secolo fa, è un vero tuffo nel passato, L’atmosfera elegante e raffinata, le pareti decorate, un vero capolavoro di art deco!

Ecco uno scorcio nei pressi del Castello…

l’ eleganza del quartiere ebraico

il Vicolo d’ Oro

Praga dall’ alto della torre dell’ Orologio (merita senza dubbio! Se avete difficoltà potete salire anche con il comodo ascensore!)

la Cattedrale di San Vito

il suggestivo cimitero ebraico

La meraviglia della Cattedrale di Santa Maria di  Tyn

 

l’ orologio astronomico

scorci di locali…

il bellissimo Cafè Imperial

il luogo dove sono nati i dolcetti tipici!

il ristorante U Fleku!

Inoltre non potete non assaggiare il famoso gulash! Spesso viene servito all’ interno di un pane scavato, noi lo abbiamo gustato a casa di un’ amica che abita a Praga, Antonella Niccolai, che ce ne ha preparato uno davvero delizioso!

Altre informazioni pratiche:

Rispetto al 2003 l’ ho trovata ancora più curata ma senza dubbio i prezzi che erano davvero vantaggiosi all’ epoca, già si stanno allineando con gli standard europei. La sua area metropolitana è stata suddivisa in 10 zone per scopi urbanistici, è perfettamente collegata con i mezzi pubblici , vi consiglio di optare per un abbonamento giornaliero o comunque di più giorni, questo vi consentirà di girarla con ogni mezzo di trasporto senza troppi sbattimenti, inoltre le cifre sono molto abbordabili.

Noi siamo andati in auto, abbiamo viaggiato bene e senza intoppi di traffico, diciamo che da Pistoia a Praga occorrono circa 10/11 ore di strada (chiaramente con le soste), da considerare che oltrepassato il confine c’è da pagare un bollino ma l’ autostrada è free fino a Praga, cosa non da poco.

Alloggiare: troverete molte offerte, noi avevamo un appartamento a Machova, ogni zona di Praga è solitamente ben collegata con il centro, quindi potete tranquillamente optare per sistemazioni più economiche periferiche.

Moneta: corona ceca, consiglio di cambiare denaro direttamente in loco,  accettano anche l’ euro ma è sconsigliabile, tenere sempre un po’ di cash perché non sempre vengono accettate le carte di credito.

Sicurezza: è una città sicura per la grande criminalità, tuttavia ATTENZIONE ai borseggi!!! Sono davvero molto abili! E, soprattutto i turisti sono presi d’ assalto! Partite con le fotocopie dei documenti di identità in valigia e segnatevi l’ ubicazione dell’ Ambasciata Italiana…..non si sa mai!

Assistenza sanitaria: vi basterà avere con voi le tessere sanitarie per usufruire del servizio pubblico, i servizi sono ottimi mi dicono (fortunatamente non ne abbiamo usufruito).

Altro non so che dirvi, è sicuramente una capitale da vedere!!! Ne resterete affascinati!

You Might Also Like

11 Comments

  • Reply
    Pattypa
    26 aprile 2017 at 15:13

    Praga mi manca, spero di andarci presto… anche perchè hai fatto un reportage bellissimo! Un bascione cara

    • Reply
      ilpeperoncinoverde
      27 aprile 2017 at 10:35

      è una meta ben fattibile! Parti senza esitazioni 😉

  • Reply
    Serena
    26 aprile 2017 at 15:17

    In questa città mi sono innamorata e ne porto nel cuore ancora il ricordo, con il tuo racconto e le foto lo hai reso vivido, bel reportage Valentina.Ti abbraccio

    • Reply
      ilpeperoncinoverde
      27 aprile 2017 at 10:36

      immagino! Infatti è pure una meta molto romantica 🙂

  • Reply
    ipasticciditerry
    26 aprile 2017 at 16:55

    E io ti ringrazio delle bellissime foto che ci hai regalato. Ci sono stata qualche anno fa ed è piaciuta molto anche a noi. Anche io ho mangiato il miglior gulash mai assaggiato. Noi stavamo in un albergo un pò fuori dal centro ma comunque ben servito con i mezzi. Sicuramente una città da visitare, molto carina. A te un abbraccio grande

    • Reply
      ilpeperoncinoverde
      27 aprile 2017 at 10:36

      un grande abbraccio a te!

  • Reply
    ConUnPocoDiZucchero Elena
    27 aprile 2017 at 4:13

    praga, quanti ricordi! ci sono stata la prima volta a 15 anni con i miei in una estate in cui le economie di casa erano a terra e ci siamo lanciati su mete al tempo molto low cost che sapevano regalare emozioni! e quell’anno, anche ora che ne ho quasi 34 di anni, me le ricordo bene le emozioni che praga mi aveva regalato… tanto che, a 25 anni ci ho portato quello che sarebbe diventato poi il mio maritino! vedere la città qui da te, resa così bella (ancor più bella) dalle tue immagini, mi ha catapultato in ricordi color pastello e pensieri delicati.
    Grazie vale!

    • Reply
      ilpeperoncinoverde
      27 aprile 2017 at 10:37

      mi fa molto, moltissimo piacere il tuo commento, grazie di aver condiviso queste belle emozioni! :-*

  • Reply
    saltandoinpadella
    27 aprile 2017 at 14:12

    Ci sono stata anni fa per la maratona e devo dire che allora non mi aveva conquistato il cuore. Si carina ma niente di straordinario. Ma le tue foto mi hanno fatto cambiare idea, sembra deliziosa. Bisogna che ci ritorni e mi prenda qualche giorno per visitarla per benino perchè mi sa che non l’ho mica girata bene.

    • Reply
      ilpeperoncinoverde
      28 aprile 2017 at 12:56

      ogni città regala sensazioni assolutamente personali…..ed ognuno ha i suoi gusti, a me è capitato di visitare Vienna e non rimanerne affatto affascinata ad esempio….. Praga invece la adoro! Bacioni

  • Reply
    Salsa di melanzane rumena | Il peperoncino verde
    11 maggio 2017 at 11:06

    […] di queste per me è stata Antonella Niccolai (già ho parlato di lei nel post di Praga…), una donna bella e simpatica, che ha origini rumene e che mi ha ispirato questa […]

  • Leave a Reply

    CONSIGLIA Risotto al salto