DOLCI

Lussekatter, i panini dolci di Santa Lucia

Oramai con la globalizzazione abbiamo assorbito tutte le tradizioni, comprese quelle che ci arrivano dagli altri Paesi! Io trovo che sia una cosa molto bella… il tramandare le tradizioni popolari mi è sempre piaciuto (certo, quelle legate alla nostra famiglia mi piacciono ancor di più).  Oggi è Santa Lucia, la giornata più corta dell’ anno, dalla tradizione culinaria svedese ecco che si sfornano questi soffici panini allo zafferano tipici di questa giornata. Io ho visitato Stoccolma due anni fa in primavera e ricordo comunque di aver trovato in qualche pasticceria questi deliziosi panini… oggi vi lascio questa ricettina: i  Lussekatter . Se non siete a zonzo in Svezia, e non vi fermate in qualche caffè a gustarli,  allora potete prepararveli homemade e vi assicuro che saranno buonissimi!!!

Devo raccontarvi anche il risvolto “satirico” di questa preparazione, ovvero il dialogo con il mio secondogenito:

“Cosa inforni mamma?”
“Sono panini dolci tipici di Santa Lucia! Sono tipici della cultura svedese!”
“Non me li ricordo però quando siamo stati in Svezia…mi garberanno? Comunque non avresti proprio dovuto farli !!!”
“Perché? Sono buoni, credi che non ti piacciano…???”
“La Svezia ci ha eliminato dai Mondiali! … ‘un si dovrebbe neanche anda’ all’ Ikea! Uffa” 😀  😀 😀 .

LUSSEKATTER – Panini di Santa Lucia

(per 25 panini)

  • 200 g di farina forte
    250 g di farina tipo 1
    200 ml di latte 
  • 1 cucchiaino di malto
    80 ml di olio di mais
    120 g di zucchero di canna chiaro
    10 g di lievito di birra 
    1 arancia non trattata
    1 bustina di zafferano
    1 uovo medio
    20 g di burro morbido 
  • 1 pizzico di sale
    uvetta q.b.
    per la finitura
    tuorlo + latte + 1 cucchiaino di zucchero di canna

 

Iniziate mescolando entrambe le farine in una ciotola capiente, aggiungendo buccia grattugiata dell’arancia.
In un pentolino scaldate non troppo 100ml di  latte con il malto, quindi scioglietevi dentro il lievito di birra.

(Potete impastare a mano o con la planetaria, se lo fate a mano abbiate cura di impastare energicamente senza inglobare troppa aria)

Mescolate quindi le farine con lo zucchero, il lievito, quindi aggiungete i 100 ml di latte restanti in cui avrete sciolto la bustina di zafferano. Amalgamate bene.

A parte sbattete l’uovo (non toglietelo tutto dal piatto! Aggiungendo un cucchiaio di latte ed uno di zucchero, vi servirà per spennellare i vostri panini!), aggiungetelo all’ impasto.

Infine aggiungete il sale ed il burro a fiocchi. Se usate la planetaria l’ impasto dovrà essere incordato e attaccarsi al gancio, se lo fate a mano dovrà apparire omogeneo.
Mettete la palla ottenuta in una ciotola unta di burro, coprite con pellicola e fatela raddoppiare in luogo caldo, occorreranno circa 2 ore e mezza

Nel frattempo mettete l’uvetta in ammollo che vi servirà per decorare.

Riprendete quindi l’impasto e dividetelo in piccoli pezzi tutti uguali (la grandezza circa di un mandarino piccolo). Stendete ogni pezzetto fino a 20 cm assottigliando le estremità. Arrotolate partendo dalle punte i bastoncini così da ottenere delle “S”.  Sistemate i panini in una teglia rivestita di carta forno ben distanziati, lasciateli nuovamente lievitare per  1 ora coperti.

Preriscaldate il forno a 180°, il mio forno è forte quindi non messo la temperatura più alta,  regolatevi con il vostro, altrimenti 200°.

Riprendete i panini dalla lievitazione, spennelateli con tuorlo, latte e zucchero. Mettete nelle estremità all’ interno del ricciolo l’ uvetta, quindi infornateli a forno caldo e ventilato  per 15  minuti.

You Might Also Like

5 Comments

  • Reply
    saltandoinpadella
    14 dicembre 2017 at 15:34

    Troppo forte il tuo figliolo, ma alla fine li ha mangiati? pensa che quando sono stata negli states tutti i colleghi a disperarsi per la nostra uscita dai mondiali e a me non me ne poteva fregare di meno 😉
    Non li ho mai assaggiati in questi giorni ne vedo tanti sui blog. Mi ispirano per l’uso dello zafferano, non l’ho mai provato nei lievitati dolci.

    • Reply
      ilpeperoncinoverde
      15 dicembre 2017 at 13:58

      sono davvero semplici e buonissimi! Buon WE cara :-*

  • Reply
    tizi
    15 dicembre 2017 at 16:48

    io adoro i dolci nordeuropei, e questi panini dolci non fanno eccezione! a te sono venuti bellissimi!!
    vorrei averne uno qui per merenda 😉
    un abbraccio vale, buon weekend!

  • Reply
    speedy70
    24 dicembre 2017 at 11:09

    Perfetti e tanto golosi.. annoto per il prossimo anno. Auguri di un sereno NAtale!

    • Reply
      ilpeperoncinoverde
      2 gennaio 2018 at 10:43

      un bacio cara!

    Leave a Reply

    CONSIGLIA Mettiamocelo in testa - la nuova campagna UNHCR per l'istruzione dei piccoli rifugiati